Cloud e sicurezza: 7 regole da ricordare


Quante volte abbiamo sentito parlare di ‘Cloud’, senza magari conoscerne a pieno il significato?
Immaginiamo quindi un grosso raccoglitore che custodisce gelosamente i nostri dati aziendali e a cui è possibile accedere da qualsiasi dispositivo (pc, cellulare, tablet).
A monte, grandi infrastrutture, chiamate data center, operano in tutta sicurezza, dietro le quinte, per consentire agli utilizzatori di poter accedere alle risorse di cui necessitano, in qualsiasi momento.

Una volta che i dati vengono conservati in cloud, le aziende sono chiamate a modificare i propri processi interni per preservare la sicurezza delle informazioni aziendali.

Ecco 7 regole da ricordare per creare un asset funzionante:

  1. Identificare un responsabile della sicurezza informatica (interno o esterno)
  2. Predisporre un piano su misura che tenga conto di: utilizzo password, account nominali, disabilitazione delle utenze non necessarie, eliminazione dell’avvio automatico di software
  3. Prevedere dei backup periodici, ovvero avere una copia aggiornata dei dati più importanti
  4. Proteggere reti e sistemi attraverso firewall o sistemi di Intrusion Detection and Prevention
  5. Valutare periodicamente l’efficacia dei sistemi adottati
  6. Considerare evoluzioni dovute a policy interne o di vincoli esterni (normativa GDPR)
  7. Condividere e trasmettere una sana cultura informatica per sensibilizzare gli utenti e utilizzatori

Già pronti per il cambiamento?
Scarica il pdf per saperne di più!


One Team S.r.l. Sede Legale Milano, Via Cadolini 15 | P.iva 06566850969